HDF e Depurazione

E' ormai ampiamente dimostrato come le terapie emodialitiche tradizionali, basate essenzialmente su processi diffusivi, presentino limitazioni nell’eliminazione delle tossine uremiche a medio e alto peso molecolare. Metodi di depurazione extracorporea convettivo-diffusivi come l’emodiafiltrazione permettono di estendere lo spettro dei soluti rimovibili, ampliandolo verso tossine uremiche di maggior peso molecolare. Le conseguenze positive, documentate da numerosi e qualificati studi internazionali, depongono per un significativo miglioramento non solo dell’efficienza depurativa, ma anche del livello di emocompatibilità, dei profili microinfiammatori, dello stato clinico.

E' chiaro però che la tossicità di un soluto non può essere legata solo al suo peso molecolare: esistono infatti piccole molecole sia tossiche (p.e. urea) che non tossiche (p.e. aminoacidi), come esistono medie molecole tossiche (p.e. β2-microglobulina) e non tossiche (p.e. albumina) e, fra questi due antipodi molecolari, esistono tossine di per sé a basso peso ma che, per il legame con le proteine, assumono una dimensione molto più elevata (p.e. omocisteina, p-Cresolo).

La messa a punto di membrane a sempre maggiore permeabilità idraulica è finalizzata alla rimozione di tossine uremiche di peso molecolare più elevato. Il loro uso consente di esplorare regioni depurative un tempo non considerate o ritenute irraggiungibili, permettendo di allontanare uno spettro più ampio di molecole ivi comprese, ad esempio, le catene leggere (FIgLCs, Immunoglobulin Light Chains). Il raggiungimento di tale obiettivo comporta però il rischio di eliminare, insieme ai soluti tossici, quantità significative di sostanze utili se non addirittura essenziali, albumina prima fra tutte.

Il quesito fondamentale che il Nefrologo deve porsi riguarda quindi non solo cosa sia necessario depurare, ma anche cosa sia indispensabile non allontanare. Ciò comporta la necessità di una comprensione sempre più approfondita dell’uremia, base clinica indispensabile anche ai fini del miglioramento della tecnologia, indirizzata con maggiore precisione verso membrane e metodiche depurative sempre più performanti.

 

Visita le tre aree di riferimento per questa macroarea:

 

ORGANIZZAZIONE SANITARIA
e il futuro di Nefrologia e Dialisi
clicca qui per accedere
Filmato flash. Se non visualizzi correttamente l'animazione puoi scaricare il player a questo indirizzo
PLAYER
CLUBUTENTE REGISTRATO